Navigation – Plan du site
Annuaire de sites
Véronique Ginouvès

La memoria digitale della Sardegna

Notice créée le 07/02/2010, Notice révisée le 18/12/2010
la-memoria-digitale-della-sardegna

La bibliothèque numérique de la Sardaigne (Digital Library della Regione Sardegna) propose des millers de ressources documentaires liés à la Sardaigne. Un formulaire de recherche rapide vous permet de retrouver les documents. Vous pouvez également faire des recherches par champ (titre auteur, lieu, éditeur) ou par type de document (textes, films, images, enregistrements sonores et vidéos). Il est possible de feuilleter le site par thèmes : environnement et territoire, archéologie, architecture, art, artisanat, économie et société, cartographie, oenologie et gastronomie, évènements, flore et faune, littérature, lieux de culture, spectacle, histoire et tradition.  Enfin vous pouvez déplacer à travers les collections et les fonds présentés : la collection cartographique (176 cartes en ligne ainsi de nombreuses cartes aériennes), la collection Luigi Cocco, la collection Colombinin (photographies de 1905), le fonds Bentzon (photographies des années 1960), le fonds Costa (photographies des années 1930), le fonds Pili (photographies du début du 20e siècle), le fonds Pirari (photographies du début du siècle de la région d'Oliena), la collecte Ilisso (2367 photographies) et le fonds de la bilbiothèque régionale de Sardaigne.

Les documents mis en ligne sont diffusés sous licence Creative Commons. Le site a été réalisé dans le cadre d'un financement européen. Il est en langue italienne.

Derniers articles

S’abonner à ce flux
  • > Buggerru anni '50. IV parte

    Il video mostra le immagini del Comune di Buggerru sotto la neve. Le case e gli attrezzi da lavoro cambiano aspetto e gli abitanti si concedono giochi e battaglie con le palle di neve

  • > Una bella giornata con Peppino Marotto

    Poeta, cantante e sindacalista, Peppino Marotto nasce a Orgosolo nel 1925 e muore nel suo paese natale nel 2007, assassinato da sei colpi di pistola. Già membro fondatore dei Tenores di Orgosolo e autore di teatro per lo spettacolo Parliamo di miniera, Marotto lascia nel ricordo dei Sardi una traccia indelebile che assume oramai una forte caratteristica di coralità. Il filmato lo mostra al fruitore nella sua spontaneità e sagacia.

  • > Il treno che parte da Mandas

    Le immagini mostrano il viaggio del treno a vapore delle ormai scomparse "Ferrovie Complementari della Sardegna", descritto anche da D.H. Lawrence in Sea and Sardinia, il trenino verde rappresenta oggi una delle offerte turistiche più suggestive e gradite dagli appassionati del viaggio "colto", più attento alle tradizioni e alla natura. Partito da Mandas il trenino ha attraversato la foresta di Montarbu, le stazioni di Gairo e Ussassai, per poi giungere ad Arbatax. Un percorso favoloso che in...

  • > Il Pane d'orzo

    Il film documenta la riproposta di un processo di panificazione, quello dell'orzo, ormai dismesso a Fonni da circa venticinque anni. Nel documentario vengono mostrati luoghi (Fonni) e caratteri tipici della società rurale sarda e in particolare vengono ricostruite tecniche di lavorazione artigiana del pane oramai non più utilizzate

  • > Manifattura tabacchi

    Nel video viene raccontata la Manifattura Tabacchi, situata nel cuore di Cagliari e recentemente restituita alla cittadinanza come luogo di cultura. Attraverso alcune preziose interviste ad ex dipendenti, e ad un interessante corredo di immagini di repertorio degli operai a lavoro, il video ci mostra non solo una fabbrica ma in generale la città di Cagliari, i suoi abitanti e i cambiamenti affrontati negli anni.

  • > I giovani di Ollolai

    Dibattito, condotto dall'autore, che coinvolge la comunità di Ollolai, riunita in un auditorium, cui è stata sottoposta la visione dell'intervista a tre giovani pastori circa un fatto di sangue recentemente avvenuto nelle campagne del paese. Dal confronto tra i presenti (tutti giovani) emerge la consapevolezza che le azioni delittuose sono frutto di una serie di fenomeni (indigenza, disoccupazione, analfabetismo, isolamento culturale e materiale) ormai strutturali nella società agropastorale ...

  • > Atzara, intervista a Maurizio Savoldo

    Maurizio Savoldo spiega le origini della sua passione per le tinture naturali illustrando, dal punto di vista scientifico, quali sono gli elementi vegetali e animali utilizzati in questa particolare pratica artigianale. Ci da inoltre una dimostrazione pratica realizzando una prova di tintura a caldo sulla lana sarda.

  • > La raccolta dello Zafferano

    A San Gavino Monreale si raccolgono i fiori dello zafferano seguendo una tradizione antica che presenta oggi interessanti prospettive economiche. Grazie alla promozione portata avanti dal Comune e dalle associazioni dei coltivatori si intendeva valorizzare e commercializzare il prezioso raccolto particolarmente apprezzato nella gastronomia internazionale per le caratteristiche eccellenti del prodotto.

  • > Il Sarcidano tra Menhir e Neviere

    Il documentario racconta il patrimonio ambientale storico e culturale di Laconi, il paese delle statue-menhir, del culto di Sant'Ignazio, del Parco Aymerich col Castello. Il viaggio prosegue nel comune montano di Aritzo, noto per la storia delle sue neviere e si coclude ad Atzara, patria dei costumbristi.

  • > Una storia da non dimenticare

    Il filmato presenta una ricostruzione della biografia di Giuseppe Vincenzo De Arca, nato a Sorgono nel 1807 e morto a Cagliari nel 1878 all'età di 71 anni. Giudice della corte d'appello di Cagliari, durante la sua vita acquisì terreni e molti altri beni che, poco prima della sua morte, cedette al comune di Sorgono. Questa cessione venne vincolata dalla clausola secondo cui con la rendita ottenuta dai terreni il comune avrebbe dovuto erigere un asilo infantile destinato a essere diretto dalle ...

Pour citer cet article

Référence électronique

Véronique Ginouvès, « La memoria digitale della Sardegna », Aldébaran, Collections numériques, [En ligne], mis en ligne le 07 février 2010 17h51. URL : http://journals.openedition.org/aldebaran/6388. consulté le 23 janvier 2018.

Droits d’auteur

Creative Commons by-nc-sa

Creative Commons by-nc-sa 
  • OpenEdition Journals