Navigation – Plan du site

«Adonis et berger et chasseur tout ensemble»: un mito ibrido e la sua fortuna nella bucolica rinascimentale

Carlo Caruso
p. 261-276

Extrait du texte

Ce document sera publié en ligne en texte intégral en octobre 2020.

Aperçu du texte

Nel contesto di un volume dedicato all’esame del codice bucolico tra l’età del Boccaccio e quella del Marino, ho pensato che potesse essere utile orire un breve resoconto della presenza del mito di Adone nella poesia pastorale di Cinque e di primo Seicento. Il ne è quello di mostrare un fenomeno caratteristico della poesia pastorale (anche se non solo di essa): il suo foggiarsi e combinarsi in vari modi e maniere nell’ambito di generi diversi, non solo dell’egloga ma anche dell’epillio, dell’elegia, e nalmente anche del poema. Non so esimermi da utilizzare ancora una volta e me ne scuso l’arguta opinione di un poeta inglese portato come altri mai alla formulazione epigrammatica, il quale, non ancora sedicenne, all’inizio del Settecento commentava:

Non vi è, io credo, numero maggiore di componimenti di ogni sorta che vengano descritti come “pastorali”, né numero minore di quelli che sono genuinamente tali.

Può uno sguardo a certi aspetti della fortuna in età rinascimentale del m...

Haut de page

Pour citer cet article

Référence papier

Carlo Caruso, « «Adonis et berger et chasseur tout ensemble»: un mito ibrido e la sua fortuna nella bucolica rinascimentale », Italique, XX | 2017, 261-276.

Référence électronique

Carlo Caruso, « «Adonis et berger et chasseur tout ensemble»: un mito ibrido e la sua fortuna nella bucolica rinascimentale », Italique [En ligne], XX | 2017, mis en ligne le 01 octobre 2020, consulté le 13 décembre 2017. URL : http://journals.openedition.org/italique/465 ; DOI : 10.4000/italique.465

Haut de page

Droits d’auteur

© Tous droits réservés

Haut de page