Navigation – Plan du site
Conférence Barbier-Mueller 2017

«Sincero solo», Iacopo Sannazaro, lezioni di tenebra

Carlo Vecce
p. 279-291

Extrait du texte

Ce document sera publié en ligne en texte intégral en octobre 2020.

Aperçu du texte

Sincero solo è la rubrica che precede la vii egloga dell’Arcadia di Iacopo Sannazaro. Nella tradizione della poesia pastorale, il titolo di un’egloga coincide spesso con la semplice didascalia che indica gli interlocutori del canto pastorale, come la didascalia teatrale all’inizio di una scena. Se si tratta di un monologo, il nome del pastore è accompagnato dall’aggettivo «solo». Nell’Arcadia, è una condizione che si verica diverse volte: nella iii egloga, Galicio solo, nella vii, e nella xi, Ergasto solo. Canto di un solo pastore è anche quello di «Ergasto sovra la sepultura» nella v egloga (compianto funebre del pastore Androgeo), di Caracciolo nella x egloga (riferito da Selvaggio), e di Meliseo nella xii (ascoltato da Barcinio e Summonzio).

Non è mai però un vero monologo. La struttura del testo appare sempre dialogica, rivolta ad un pubblico più ampio: gli elementi della natura e del paesaggio che circondano il pastore, e che fanno da sfondo compartecipe alle sue angosce e alle...

Haut de page

Pour citer cet article

Référence papier

Carlo Vecce, « «Sincero solo», Iacopo Sannazaro, lezioni di tenebra », Italique, XX | 2017, 279-291.

Référence électronique

Carlo Vecce, « «Sincero solo», Iacopo Sannazaro, lezioni di tenebra », Italique [En ligne], XX | 2017, mis en ligne le 01 octobre 2020, consulté le 15 décembre 2017. URL : http://journals.openedition.org/italique/468

Haut de page

Auteur

Carlo Vecce

Articles du même auteur

Haut de page

Droits d’auteur

© Tous droits réservés

Haut de page