Navigazione – Mappa del sito
VI. Panoramiche
16/ Romania 2014

Lucian Boia, Suveranii României. Monarhia, o soluţie

Sovrani romeni. È la monarchia la soluzione?
Francesco Zavatti
Riferimento/i:

Lucian Boia, Suveranii României. Monarhia, o soluţie? [Sovrani romeni. È la monarchia la soluzione?], Bucarest, Humanitas, 2014, 112 pp.

Testo integrale

Romania 2Visualizza l'immagine
Crediti : by JB via Wikimedia Commons (CC BY-SA 3.0)

1Lucian Boia, professore all’Università di Bucarest, è lo storico più noto all’opinione pubblica romena e come tale è anche il più controverso: vi è chi lo apprezza per le sue opere sulla storia dell’immaginario e per le sue decostruzioni dei miti nazionali, mentre i tradizionalisti lo vituperano come distruttore dell’identità nazionale stessa. La sua fama va di pari passo con la sua attività pubblicistica per la casa editrice Humanitas e con il suo successo editoriale. Nella sua ultima opera, Boia propone al lettore un’idea provocatoria: potrebbe la monarchia essere una buona soluzione per la salvezza della Romania? La domanda è legittima, poiché l’opinione pubblica romena ha espresso, negli ultimi anni, crescenti simpatie verso l’ex-sovrano, e di conseguenza riguardo all’ipotesi di ritorno al sistema monarchico costituzionale. Nell’opera, l’autore passa in rassegna la funzione della regalità romena in ottanta anni di storia, la sua funzione nella memoria collettiva durante il comunismo, e il suo recupero in epoca post-comunista. La conclusione è un bilancio non tanto sulla monarchia, quanto sulla società romena: nessun tipo di potere può funzionare se le disfunzioni sono nella società; di conseguenza, un ritorno alla monarchia non cambierebbe nulla.

Inizio pagina

Per citare questo articolo

Riferimento elettronico

Francesco Zavatti, « Lucian Boia, Suveranii României. Monarhia, o soluţie », Diacronie [Online], N° 22, 2 | 2015, Messo online il 01 juin 2015, consultato il 22 août 2018. URL : http://journals.openedition.org/diacronie/2300

Inizio pagina

Autore

Francesco Zavatti

Classe (1982), è dottorando in Storia presso il Centre for Baltic and East European Studies della Södertörn University, Svezia. Si è laureato in storia (magna cum laude) presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia con una tesi dal titolo Storiografia e Nazionalismo nella Romania di Ceauşescu. Nel periodo 2008-2011, ha collaborato a progetti educativi ed editoriali con l’Istituto della Resistenza e della Storia Contemporanea di Modena. È stato insignito nel 2010 di una borsa di studio da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena per condurre un progetto di carattere storico sull’Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra, culminati con la pubblicazione di una monografia Mutilati ed invalidi di guerra: una storia politica. Il caso modenese (Milano, Unicopli, 2011) e una mostra itinerante. Nel 2012, ha ricevuto una borsa di studio dalla Helge Axelsson Johnsons Stiftelsen (Svezia) per condurre ricerche archivistiche nell’Europa dell’Est, nell’ambito del suo dottorato.
URL: http://www.studistorici.com/2014/01/06/francesco-zavatti/

Articoli dello stesso autore

Inizio pagina

Diritti d'autore

Creative Commons License

Creative Commons License

Gli articoli di «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.5). Possono essere riprodotti a patto di citarne l’autore e la fonte originaria, di non modificarne i contenuti e di non usarli per fini commerciali. La citazione di estratti è comunque sempre autorizzata, nei limiti previsti dalla legge.

 



The works by «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» are published under a Creative Commons Licence (CC BY-NC-ND 2.5). They can be distributed on the condition that you attribute the work to the author and licensor, you do not modify the original contents and you do not use them for commercial purposes. The quotation of excerpts however is always allowed, in accordance with the law.

Inizio pagina
  • OpenEdition Journals