Navigazione – Mappa del sito

HomeNumeriN° 28, 4IV. Panoramiche15/ Area post jugoslava 2015Robert J. Donia, Radovan Karadžić...

IV. Panoramiche
15/ Area post jugoslava 2015

Robert J. Donia, Radovan Karadžić. Architect of the Bosnian Genocide

Alfredo Sasso
Notizia bibliografica:

Robert J. Donia, Radovan Karadžić. Architect of the Bosnian Genocide, Cambridge, Cambridge University Press, 2015, 339 pp.

Termini di indicizzazione

Torna su

Testo integrale

Robert J. DONIA, Radovan Karadžić. Architect of the Bosnian Genocide, Cambridge, Cambridge University Press, 2015, 339 pp.Visualizza l'immagine
Credits: Robert J. DONIA, Radovan Karadžić. Architect of the Bosnian Genocide, Cambridge, Cambridge University Press, 2015, 339 pp.

1Robert Donia, già autore di testi fondamentali sulla Bosnia-Erzegovina contemporanea, dedica alla figura di Radovan Karadžić uno studio solido e innovativo, che indaga “non solo la sua vita, ma anche le dinamiche interne che guidarono i nazionalisti serbo-bosniaci a commettere atrocità di massa, compreso il genocidio”. Ne emerge un profilo fluido, che si discosta da determinismi e caricature. Prima del 1990 Karadžić “non mostrò un profilo pubblico nazionalista”: fu per un incrocio di opportunità, contatti personali, e un vago risentimento anticomunista, che entrò in politica e scalò i vertici del nazionalismo serbo-bosniaco. Iniziò così la sua metamorfosi da “nazionalista naif” e conciliante verso gli avversari politici a “pianificatore visionario” del conflitto etnico a partire dall’autunno 1991. Cruciale è la ricostruzione del rapporto con la Serbia di Slobodan Milošević, tutt’altro che subalterno: l’iniziale “combinazione di collegialità e competizione” lasciò spazio a insanabili divergenze tattiche e strategiche. Karadžić era ossessionato dalla statualità serbo-bosniaca da perseguire a ogni costo, compresi gli atti di pulizia etnica e genocidio, la cui pianificazione politica è ben documentata nel testo. Milošević era calcolatore, manipolatore, preoccupato per il suo potere e per le reazioni internazionali; “spesso descritto come un tirannico assassino di massa, ma qui emerge come un leader indeciso e debole”. Le fonti sono un altro punto di forza, trattandosi di una ingente mole di trascrizioni telefoniche, documenti istituzionali e di partito in possesso del Tribunale Internazionale per l’ex-Jugoslavia (ICTY) di cui Donia è stato consulente, che risultano ancora poco utilizzati dagli studiosi benché siano in buona parte accessibili liberamente tramite l’archivio online ICTY.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica digitale

Alfredo Sasso, «Robert J. Donia, Radovan Karadžić. Architect of the Bosnian Genocide»Diacronie [Online], N° 28, 4 | 2016, online dal 29 décembre 2016, consultato il 16 octobre 2021. URL: http://journals.openedition.org/diacronie/4412; DOI: https://doi.org/10.4000/diacronie.4412

Torna su

Autore

Alfredo Sasso

Alfredo Sasso è borsista post-doc presso il CAS-Università di Rijeka (2016), dottore di ricerca in Storia Contemporanea presso l’Università Autonoma di Barcellona (2015). I suoi interessi di ricerca si concentrano sui movimenti politici nello spazio jugoslavo e post-jugoslavo contemporaneo. Ha svolto attività di ricerca in Bosnia-Erzegovina, Serbia, Croazia e Messico. È redattore della rivista accademica spagnola «Tiempo Devorado» e del magazine italiano «East Journal».
URL: < http://www.studistorici.com/progett/autori/#Sasso >

Torna su

Diritti d'autore

Creative Commons License

Creative Commons License

Gli articoli di «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.5). Possono essere riprodotti a patto di citarne l’autore e la fonte originaria, di non modificarne i contenuti e di non usarli per fini commerciali. La citazione di estratti è comunque sempre autorizzata, nei limiti previsti dalla legge.

 



The works by «Diacronie. Studi di Storia Contemporanea» are published under a Creative Commons Licence (CC BY-NC-ND 2.5). They can be distributed on the condition that you attribute the work to the author and licensor, you do not modify the original contents and you do not use them for commercial purposes. The quotation of excerpts however is always allowed, in accordance with the law.

Torna su
  • DOAJ - Directory of Open Access Journals
  • OpenEdition Journals
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search