Navigazione – Mappa del sito

HomeNumeri30la società italiana / Comunicare ...Presentazione

la società italiana / Comunicare per la collettività

Presentazione

Sergio Scamuzzi
p. 3-4

Testo integrale

1Non senza analogie con la comunicazione d’impresa, oggetto di attenzione dei Quaderni in precedente occasione (2000, 24) , anche la comunicazione pubblica si presenta come un campo d’indagine nuovo, ancora più nuovo della comunicazione d’impresa alcune delle cui forme, come la pubblicità e le pubbliche relazioni, hanno una storia ormai consistente, anche in Italia, ma proprio per questo meritevole di maggior apprezzamento da parte di chi voglia cogliere segni di innovazione sociale.

2Che cosa possono offrire di specifico i sociologi per lo studio di questa fenomenologia, sviluppatasi in Italia da non più di una quindicina d’anni e di per sé oltre che di fatto pluridisciplinare? Anzitutto a se stessi possono offrire nuovi argomenti d’indagine per lo studio delle organizzazioni e delle professioni emergenti in rapida evoluzione, dei processi di comunicazione mediatica e interpersonale e di costruzione dell’opinione pubblica e delle identità individuali, dello sviluppo locale e delle politiche pubbliche. A se stessi e ad altri possono però anche offrire una possibilità di relativizzare e problematizzare i meccanismi di regolazione dello scambio sociale (gerarchia, mercato, reciprocità) e di contestualizzare le testualità che la loro disciplina ha coltivato forse più di altre scienze sociali, dotate di paradigmi più rigidi e autocontenuti nelle loro assunzioni basilari (ad es. il modello di mercato competitivo per l’economia aziendale e il marketing, il primato della testualità per la semiologia). Possono così facilitare con la complessificazione dei modelli tra l’altro anche un lavoro autenticamente interdisciplinare (con situazioni d’incontro signficativo come ad es. la teoria dei costi di transazione o del lettore-coautore). E su di un piano più suscettibile anche di risvolti pratici, controllare meglio il fitto tessuto delle relazioni sociali con le relazioni di comunicazione. La comunicazione pubblica si presenta dunque come un’occasione analitica ricca che sarebbe un peccato lasciare al descrittivismo e ad approcci esclusivamente normativi, privi come sarebbero di un modello analitico cui ispirarsi, adeguato ad una realtà complessa e sperimentale, davvero tra stato, mercato, reciprocità, tra informazione e comunicazione.

3Alcuni dei principali problemi e oggetti di analisi sono più ampiamente descritti dagli articoli che compongono questa parte monografica del fascicolo: la genesi recente della comunicazione pubblica su cui Paolo Mancini formula delle spiegazioni; gli effetti innovativi sull’organizzazione della PA attesi e solo in parte ottenuti dalla comunità professionale in formazione dei comunicatori con l’implementazione di forme di comunicazione pubblica analizzati da Franca Faccioli; la sfida e gli ostacoli al dispiegamento del carattere pubblico della comunicazione della PA e degli enti locali nel caso delle politiche sociali, costituiti dalla delegittimazione del welfare e dal conflitto sulle regole, concettualizzati da Nicoletta Bosco; l’ampliarsi della comunicazione pubblica alle problematiche dell’ambiente, del territorio e del rischio descritte e discusse da Carmen Belloni; la rapida differenziazione delle forme di comunicazione pubblica e dei problemi che essa presenta a fronte della diversificazione della domanda sociale e di un’amministrazione in via di decentramento, dei problemi che essa comporta, sempre più specifici ma anche di valenza generale, tracciate da Sergio Scamuzzi.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Sergio Scamuzzi, «Presentazione»Quaderni di Sociologia, 30 | 2002, 3-4.

Notizia bibliografica digitale

Sergio Scamuzzi, «Presentazione»Quaderni di Sociologia [Online], 30 | 2002, online dal 30 novembre 2015, consultato il 22 janvier 2021. URL: http://journals.openedition.org/qds/1231; DOI: https://doi.org/10.4000/qds.1231

Torna su

Autore

Sergio Scamuzzi

Articoli dello stesso autore

Torna su

Diritti d'autore

Licenza Creative Commons
Quaderni di Sociologia è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • Logo DOAJ - Directory of Open Access Journals
  • OpenEdition Journals
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search