Navigazione – Mappa del sito
Rassegna Bibliografica
Seicento

La Circulation de la musique et des musiciens d’église. France, xvie-xviiie siècle, X. Bisaro, G. Clément et F. Thoraval (dir.)

Laura Rescia
p. 548
Notizia bibliografica:

La Circulation de la musique et des musiciens d’église. France, xvie-xviiie siècle, sous la direction de Xavier Bisaro, Gisèle Clément et Fañch Thoraval, Paris, Classiques Garnier, 2017, 395 pp.

Testo integrale

1Il volume raccoglie gli atti del convegno di chiusura del progetto pluridisciplinare Muséfrem, finanziato dall’Agence Nationale de la Recherche (ANR), il cui obiettivo è stato lo studio sistematico della musica sacra nel periodo barocco. Intersecando le competenze degli storici e dei musicologi, la ricerca ha permesso di approdare alla realizzazione di numerose banche dati e repertori che, anche dopo la chiusura del finanziamento ANR, hanno continuato ad essere sviluppate e sono disponibili nel sito http://philidor.cmbv.fr/​Publications/​Bases-prosopographiques/​MUSEFREM-Base-de-donnees-prosopographique-des-musiciens-d-Eglise-en-1790.

2Il convegno finale, che risale alla primavera 2013, si è articolato intorno a quattro assi che illustrano le direzioni complementari dell’intero progetto. In primo luogo, si è lavorato sulla circolazione della musica e dei musicisti attraverso il reperimento delle fonti musicali, liturgiche e letterarie che ne recano traccia: sono state analizzate le ragioni degli spostamenti di musicisti e partiture, come pure gli elementi che invece testimoniano il fenomeno della convergenza di forme musicali in un determinato luogo geografico. In parallelo, ed è la seconda direzione di ricerca, si è lavorato sui repertori, ovvero quegli insiemi il cui grado di omogeneità è variabile, e che identificano le partiture raccolte o eseguite in un punto specifico del territorio francese. Questa prospettiva ha promosso l’analisi delle procedure di adattamento o di composizione che hanno permesso di innovare la tradizione musicale francese, grazie alle influenze straniere – tedesche in modo particolare – su un’estetica già ben consolidata ma non impermeabile ai contatti con altre tradizioni. Un terzo settore delle ricerche si è orientato verso le strutture ecclesiastiche e la loro capacità di influenzare la mobilità dei musicisti, analizzando gli archivi che conservano traccia delle negoziazioni tra committenti e singoli artisti, oppure descrivendo le fasi dell’emergere della professione del musicista. Nella quarta parte, che conclude il volume, si sono raccolti studi puntuali relativi ad aree specifiche (Avignon e Lyon), o ritratti di singoli artisti e cantori. Alla ricchezza dei contributi si associa una vasta e approfondita bibliografia, un indice dei nomi e dei luoghi.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Laura Rescia, « La Circulation de la musique et des musiciens d’église. France, xvie-xviiie siècle, X. Bisaro, G. Clément et F. Thoraval (dir.) », Studi Francesi, 183 (LXI | III) | 2017, 548.

Notizia bibliografica digitale

Laura Rescia, « La Circulation de la musique et des musiciens d’église. France, xvie-xviiie siècle, X. Bisaro, G. Clément et F. Thoraval (dir.) », Studi Francesi [Online], 183 (LXI | III) | 2017, online dal 01 février 2018, consultato il 19 octobre 2018. URL : http://journals.openedition.org/studifrancesi/10564

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals