Navigazione – Mappa del sito
Rassegna Bibliografica
Cinquecento

Vanessa Oberliessen, Deux odes d’un réformateur. Théodore de Bèze et sa lutte avec un genre à la mode

Filippo Fassina
p. 120
Notizia bibliografica:

Vanessa Oberliessen, Deux odes d’un réformateur. Théodore de Bèze et sa lutte avec un genre à la mode, «Bibliothèque d’Humanisme et Renaissance» LXXIX, 1 (2017), pp. 71-95.

Testo integrale

1Tra le opere di Théodore de Bèze spiccano due lunghi poemi. Si tratta di «Seiché de douleur» e «Las, seray-je tousjours en moy». Il problema principale sottolineato in questo studio concerne la difficoltà di riconoscere le caratteristiche fondanti del genere letterario dell’ode nei due componimenti. In primo luogo, risulta difficile stabilire un collegamento con la poetica delle odi scritte da autori della Pléiade, come del resto dimostra la préface dell’Abraham sacrifiant, in cui de Bèze prende chiaramente le distanze da questa poetica. In secondo luogo, non si riscontra un legame con l’ode classica (di cui Pindaro è il modello principale), la cui struttura è rifiutata dall’autore francese. Lo stesso si può dire per il modello dell’ode chrétienne di Nicole Bargedé, autore che avrebbe potuto ispirare de Bèze con le sue odi penitenziali. L’A. riconosce quindi, come riferimento principale di questi due testi, i salmi, di cui – come noto – Théodore de Bèze fu traduttore. L’analisi dei due componimenti dimostra che in essi si possono riconoscere le caratteristiche fondamentali di questo genere letterario biblico: struttura bipartita in strofe, tematica penitenziale ecc. Tuttavia, se «Las, seray-je tousjours en moy» rientra pienamente all’interno del genere delle odi, «Seiché de douleur» presenta tematiche che lo rendono uno scritto di un certo interesse anche intorno al tema della malattia e della decomposizione del corpo, che l’A. collega all’esperienza personale di Bèze, prossimo alla morte al momento della redazione dell’ode. Ma poi anche l’immagine di derivazione neo-platonica dell’anima che vola con le proprie ali verso il divino fanno di questo poema un commiato dalla vita. È infine riprodotto lo spartito allegato all’edizione del 1554, che ne fa un hapax non solo nella produzione di di Bèze.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Filippo Fassina, « Vanessa Oberliessen, Deux odes d’un réformateur. Théodore de Bèze et sa lutte avec un genre à la mode », Studi Francesi, 184 (LXII | I) | 2018, 120.

Notizia bibliografica digitale

Filippo Fassina, « Vanessa Oberliessen, Deux odes d’un réformateur. Théodore de Bèze et sa lutte avec un genre à la mode », Studi Francesi [Online], 184 (LXII | I) | 2018, online dal 02 juillet 2018, consultato il 15 novembre 2018. URL : http://journals.openedition.org/studifrancesi/11695

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals