Navigazione – Mappa del sito
Rassegna Bibliografica
Ottocento a) dal 1800 al 1850

Balzac, Guida alla letteratura esoterica

Marco Stupazzoni
p. 148
Notizia bibliografica:

Balzac, Guida alla letteratura esoterica, a cura di Claudio Asciuti, Bologna, Odoya, 2016, «Odoya Library», 229 pp.

Testo integrale

1All’interno di questa guida antologico-critica dedicata alla letteratura esoterica e curata da Claudio Asciuti, sono presenti, in luoghi diversi della raccolta, tre brevi capitoli dedicati a Balzac (ai quali si deve aggiungere una sommaria e approssimativa nota biografica sullo scrittore francese: Honoré de Balzac, pp. 264-265) e ad alcuni romanzi della Comédie humaine di matrice esoterica nei quali risulta evidente il legame con le dottrine swedenborghiane. Nel primo di questi capitoli (Swedenborg secondo Balzac, pp. 254-259), C. Asciuti concentra la sua attenzione su La Peau de chagrin e su Louis Lambert. L’A. considera, in particolare, La Peau de chagrin come un testo ricco di implicazioni simboliche che rimandano all’esoterismo e ritiene che Balzac, muovendosi «a cavallo delle spiegazioni possibili in chiave psicopatologica, e in quelle più propriamente misteriosofiche» (p. 258), dissemini tutto il romanzo di segni e di citazioni che spostano l’asse dell’opera dall’assunto naturalista a quello più propriamente magico-esoterico.

2La ricerca di una nuova dimensione espressiva degli aspetti esoterici del pensiero attraverso le forme della narrazione è rilevabile, secondo l’A., nella Recherche de l’Absolu (1809: dall’Alchimia alla chimica. “La ricerca dell’assoluto”, pp. 351-354). Storia di un’ossessione, quella del protagonista del romanzo, Balthazar Claës, La Recherche de l’Absolu si configura anche come un breve viaggio nell’alchimia attraverso il quale «la magia dello scrittore […] si confonderebbe con quella del chimico» (p. 354).

3L’influenza della teosofia di Swedenborg sulla poetica e sulla filosofia di Balzac si manifesta in maniera esemplare nella trattazione del tema dell’androginia in Séraphîta (L’Androgine swedenborghiano: “Séraphîta” di Honoré de Balzac, pp. 375-380). I temi psicologici e teologici che stanno alla base del testo balzachiano sono analizzati in maniera alquanto marginale e superficiale dall’A., il quale, a conclusione della sua disamina del romanzo, osserva, a proposito della figura dell’androgino, che «la complessa relazione con il genere femminile, che fu motivo di infiniti problemi all’uomo Balzac, trascende nel Balzac scrittore in questa dissoluzione dei sessi che ci riporta all’Androgine primario di impronta platonica» (p. 380).

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Marco Stupazzoni, « Balzac, Guida alla letteratura esoterica », Studi Francesi, 184 | 2018, 148.

Notizia bibliografica digitale

Marco Stupazzoni, « Balzac, Guida alla letteratura esoterica », Studi Francesi [Online], 184 | 2018, online dal 03 juillet 2018, consultato il 19 juillet 2018. URL : http://journals.openedition.org/studifrancesi/11854

Torna su

Autore

Marco Stupazzoni

Articoli dello stesso autore

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals