Navigazione – Mappa del sito
Rassegna Bibliografica
Cinquecento

Mireia Castaño, Le pontifical d’Amédée de Talaru et les débuts de Jean Bapteur

Filippo Fassina
p. 343-344
Notizia bibliografica:

Mireia Castaño, Le pontifical d’Amédée de Talaru et les débuts de Jean Bapteur, “Bibliothèque d’Humanisme et Renaissance”, LXXX, 2, 2018, pp. 353-361.

Testo integrale

1Il presente contributo offre una descrizione, corredata da un ricco apparato fotografico, del manoscritto conservato alla biblioteca diocesana di Besançon contenente un pontificale redatto da Amédée de Talaru, Arcivescovo di Lione a partire dal 1415, pontificale utilizzato dai suoi successori fino almeno al 1573, data della morte dell’Arcivescovo Antoine d’Albon. Dopo aver fornito alcune indicazioni biografiche su Talaru, vengono descritte le splendide miniature contenute nel pontificale, sottolineando come sia possibile identificarvi le caratteristiche dell’arte di Jean Bapteur, attivo sia nella corte di Savoia, sia a Ginevra. L’area di produzione di questo pontificale, che ha subito numerose annotazioni per tutto il Cinquecento, non è di facile identificazione: esso potrebbe aver visto la luce a Lione, proprio grazie a Talaru, ma sembrerebbe più probabile collocarlo a Ginevra, sulla base di alcune miniature che raffigurano avvenimenti relativi a questa città.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Filippo Fassina, « Mireia Castaño, Le pontifical d’Amédée de Talaru et les débuts de Jean Bapteur »Studi Francesi, 188 (LXIII | II) | 2019, 343-344.

Notizia bibliografica digitale

Filippo Fassina, « Mireia Castaño, Le pontifical d’Amédée de Talaru et les débuts de Jean Bapteur »Studi Francesi [Online], 188 (LXIII | II) | 2019, online dal 01 février 2020, consultato il 03 juin 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/19587

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals