Navigazione – Mappa del sito
Rassegna Bibliografica
Seicento

Aurélie Julia, Frédéric Lachèvre (1855-1943). Un érudit à la découverte du xviie siècle libertin

Laura Rescia
p. 171
Notizia bibliografica:

Aurélie Julia, Frédéric Lachèvre (1855-1943). Un érudit à la découverte du xviixviie siècle libertin, Paris, Champion, 2019, «Libre pensée et littérature clandestine», 226 pp.

Testo integrale

1L’autrice di questo saggio, discendente del grande erudito, si dedica alla ricostruzione del profilo e dell’opera dello studioso, per puntualizzare e mettere a fuoco in che modo il fervente cattolico tradizionalista abbia contribuito alla riscoperta dei poeti libertini.

2Nel primo capitolo, dopo averne ripercorso la biografia, ne mette in evidenza il carattere di grande bibliofilo, per nulla assoggettato all’auctoritas accademica; ne vengono elencate le scoperte maggiori; e se ne mette in luce l’atteggiamento a fronte dei problemi di edizione e di censura: pur risolutamente conservatore, Lachèvre opta per la ricostruzione integrale dei testi (salvo poi omettere i lemmi più licenziosi…); infine se ne delineano le posizioni rispetto alla storia contemporanea. Nel secondo capitolo, l’attività di bibliofilo e collezionista è al centro dell’’attenzione dell’autrice, che analizza la biblioteca di Lachèvre, e il suo rapporto con Pierre Louÿs. Il terzo capitolo ripercorre con dovizia di particolari (in alcuni casi, con abbondanza di aneddoti) il percorso di riscoperta degli esprits forts, da Gautier in poi, per collocare in tale quadro l’apporto di Lachèvre, dai lavori di primo Novecento fino agli anni Trenta. Un corposo paragrafo è infine dedicato alle critiche e polemiche, in particolare, con Leonardo Olschki e con Georges Mongrédien. Non privo di intenti riabilitativi nei confronti delle figure dei religiosi coinvolti nel Seicento nel contrasto al libertinaggio, e complessivamente dedito all’esecrazione morale e ideologica dei libertini, in difesa della Francia monarchica e cristiana, Lachèvre lascia tuttavia un’eredità ancor oggi utile soprattutto sul piano bibliografico, frutto di un lavoro minuzioso e infaticabile.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Laura Rescia, « Aurélie Julia, Frédéric Lachèvre (1855-1943). Un érudit à la découverte du xviie siècle libertin »Studi Francesi, 190 (LXIV | I) | 2020, 171.

Notizia bibliografica digitale

Laura Rescia, « Aurélie Julia, Frédéric Lachèvre (1855-1943). Un érudit à la découverte du xviie siècle libertin »Studi Francesi [Online], 190 (LXIV | I) | 2020, online dal 01 avril 2020, consultato il 10 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/22626

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals