Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Cinquecento

James Helgeson, The lying mirror. The first-person stance and sixteenth-century writings

Martina Airoldi
p. 349-440
Notizia bibliografica:

James Helgeson, The lying mirror. The first-person stance and sixteenth-century writings, Genève, Droz, 2012, pp. 334.

Testo integrale

1Il volume offre un interessante studio su un tema caro alla critica: la scrittura in prima persona. Suddiviso in due parti, la prima, più teorica, indaga i significati di intenzionalità e identificazione, la seconda, più analitica, si sofferma, in particolare, sull’analisi di alcuni testi di Erasmo e Rabelais, attraverso argomentazioni costruite sui concetti di intenzionalità da un lato e di azione poetica dall’altro, secondo richiami costanti alle categorie di autorialità e intenzionalità. Inoltre, l’A. propone una nuova prospettiva investigativa. Si tratta cioè di presentare un percorso critico che vada al di là dello status del , affinché la focalizzazione analitica sia costruita sulla presunta intenzionalità del testo. In questa sua indagine, dunque, l’A. sceglie di abbandonare lo studio del , secondo le impostazioni critiche codificate di natura storico-ontologica, per avventurarsi lungo un itinerario investigativo che faccia del testo l’asse centrale delle analisi. L’intenzionalità del testo, argomento fondante di questo studio, è per Helgeson da intendersi come ciò a cui il testo stesso tenderebbe. Come quell’etica di scrittura in prima persona, che si costruisce su due elementi principali: la falsità e la disonestà. Partendo dal concetto chiave di dissimulazione, l’A. propone le analisi di alcuni passaggi di testi francesi e olandesi del xvi secolo. Si tratta perlopiù di poesie, cronache e lettere pubbliche, che gli consentono di interrogarsi sull’etica della scrittura in prima persona. Sono poi indagate questioni legate alla verità, all’allegoria e al coinvolgimento politico.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Martina Airoldi, « James Helgeson, The lying mirror. The first-person stance and sixteenth-century writings »Studi Francesi, 170 (LVII | II) | 2013, 349-440.

Notizia bibliografica digitale

Martina Airoldi, « James Helgeson, The lying mirror. The first-person stance and sixteenth-century writings »Studi Francesi [Online], 170 (LVII | II) | 2013, online dal 30 novembre 2015, consultato il 15 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/3039

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals