Navigazione – Mappa del sito

HomeNumeri191 (LXIV | II)Rassegna BibliograficaOttocento b) dal 1850 al 1900Charles Grivel, Le Corps défait

Rassegna Bibliografica
Ottocento b) dal 1850 al 1900

Charles Grivel, Le Corps défait

Ida Merello
p. 430-431
Notizia bibliografica:

Charles Grivel, Le Corps défait, Paris, Les âmes d’Atala, 2020, 148 pp.

Testo integrale

1A cinque anni dalla scomparsa di Charles Grivel esce ora questo volumetto che raccoglie, a cura di Ian Geay, cinque articoli rimaneggiati e organizzati in sequenza dall’autore mentre lottava contro la morte. L’argomento, scandito nelle letture di Villiers, Rémy de Gourmont e Jean Lorrain, riguarda l’immaginario del corpo e della donna nel periodo fin de siècle. Grivel mostra come la letteratura decadente sia l’espressione della rivolta contro il determinismo scientifico e l’ottusità positivista. Rifacendosi a Ève future di Villiers, definisce la scrittura come altra incarnazione del corpo siderale di Hadaly, l’automa inventato da Edison per sostituire la banalità femminile. L’androide, com’è noto, per quanto ricolma di formulari di saggezza, non sarebbe all’altezza del desiderio maschile. È lady Sowana, invece, l’anima che vi si incarna, a colmare il desiderio, in piena corrispondenza con la funzione cui aspira il testo. Edison, fa notare Grivel, appare come una specie di Tribulat Bonhomet. E Claire Lenoir, come Ève future, descrive lo stesso fallimento della tecnica: ma il positivismo di Bonhomet si ribalta a sua volta diventando testimonianza dell’immaginario, e si apre nella storia alla verità del vampirismo di Lenoir.

2Il capitolo su Gourmont («et quelques autres luxures») prende invece le mosse da un disegno di Bruegel del 1557, per allargarsi sulla rappresentazione della lussuria nella fin de siècle, che comporta lo smembramento oltre che la decapitazione del corpo femminile. Grivel individua una sindrome, che definisce «passion décorporée des sexes», al di là del campo amoroso. Si tratta di un’ampia riflessione, che abbraccia i romanzi Lulu di Gourmont e Dolmancé di Jean Lorrain (di cui è fornito il testo in annesso), dove prendono forma le caratteristiche della femme fatale, i motivi dell’innesco del desiderio, e gli aspetti disgustosi dei fluidi corporali, dominanti nella letteratura e nell’arte decadente.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Ida Merello, « Charles Grivel, Le Corps défait »Studi Francesi, 191 (LXIV | II) | 2020, 430-431.

Notizia bibliografica digitale

Ida Merello, « Charles Grivel, Le Corps défait »Studi Francesi [Online], 191 (LXIV | II) | 2020, online dal 01 septembre 2020, consultato il 23 octobre 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/32098; DOI: https://doi.org/10.4000/studifrancesi.32098

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search