Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Novecento

Katherine Biddle, Saint-John Perse intime. Journal inédit d’une amie américaine (1940-1970)

Sara Arena
p. 362
Notizia bibliografica:

Katherine Biddle, Saint-John Perse intime. Journal inédit d’une amie américaine (1940-1970), texte édité, traduit et présenté par Carol Rigolot, Paris, Gallimard, 2011 («Cahiers Saint-John Perse», 20), pp. 409.

Testo integrale

1Un’amicizia trentennale unisce il poeta e diplomatico Saint-John Perse, il cui vero nome era Alexis Leger, a Katherine Biddle, scrittrice e poetessa, moglie del ministro della Giustizia degli Stati Uniti di Roosevelt, Francis Biddle. È anzi una vera e propria amicizia a tre quella che lega i due ricchi coniugi e il poeta a partire dal 1940, data del suo arrivo negli Stati Uniti, e che li vede insieme per lunghi periodi, nelle dimore dei Biddle e in viaggio; un rapporto non esente da ambiguità e zone d’ombra, tanto che l’ammirazione di Katherine Biddle per l’amico poeta, scrittore e politico, uomo tormentato, dalla conversazione intensa e profonda, non tarda a mutarsi in una passione, forse a tratti ricambiata, che non ebbe tuttavia mai alcun esito.

2Di questa vicenda umana, tutta imperniata attorno a un’incessante scambio culturale e letterario, rende ragione la selezione dei brani di diario che Carol Rigolot traduce e presenta in questo volume, estraendoli dai quaranta quaderni che la Biddle, donna di mondo dalle molte conoscenze e dalle molte energie, scrisse nel corso di trent’anni, registrando incontri, conversazioni e scambi di una vita a contatto con i più prestigiosi ambienti politici e culturali.

3Al di là della piacevolezza e dell’interesse documentario di questa antologia, la registrazione fedele da parte di Katherine Biddle delle conversazioni avute con Saint-John Perse, la descrizione dei suoi umori, dei suoi periodi creativi, delle lunghe discussioni intercorse, rende questa selezione di testi preziosa per la conoscenza dell’autore, soprattutto perché il poeta, altrimenti avaro di interventi sulla propria scrittura, illustra nel tempo alla propria confidente molte delle proprie concezioni sull’arte e la letteratura, arrivando fino a commentare e spiegare, su richiesta, alcuni precisi passi delle proprie poesie.

4Gli stralci di diario, chiariti ove necessario da uno snello ma essenziale corredo di note, sono seguiti, oltre che dalla bibliografia dei testi consultati, dalle bibliografie su Saint-John Perse relative agli anni 2008-2010, come consuetudine dei «Cahiers» dedicati al poeta, che nel numero 15 del 2001, avevano già ospitato la corrispondenza tra Saint-John Perse e i Biddle, sempre a cura di Carol Rigolot.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Sara Arena, « Katherine Biddle, Saint-John Perse intime. Journal inédit d’une amie américaine (1940-1970) »Studi Francesi, 167 (LVI | II) | 2012,  362.

Notizia bibliografica digitale

Sara Arena, « Katherine Biddle, Saint-John Perse intime. Journal inédit d’une amie américaine (1940-1970) »Studi Francesi [Online], 167 (LVI | II) | 2012, online dal 30 novembre 2015, consultato il 28 février 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/4188

Torna su
  • OpenEdition Journals