Navigazione – Mappa del sito

HomeNumeri179 (LX | II)Rassegna BibliograficaOttocento a) dal 1800 al 1850Vincenzo Ruggiero, Balzac: il pot...

Rassegna Bibliografica
Ottocento a) dal 1800 al 1850

Vincenzo Ruggiero, Balzac: il potere come crimine

Marco Stupazzoni
p. 344-345
Notizia bibliografica:

Vincenzo Ruggiero, Balzac: il potere come crimine, in Perché i potenti delinquono, Milano, Feltrinelli, 2015, «Campi del sapere», pp. 162-182.

Testo integrale

1Se potere e criminalità si ritrovano assai frequentemente connessi in un reticolo di rapporti tanto variegato quanto complesso sotto il profilo socio-politico ed economico, molti romanzi della Comédie humaine balzachiana conferiscono a questa coincidenza un efficace e, per certi aspetti, rivoluzionario statuto letterario. Nell’opera di Balzac, la forza del denaro e le pratiche commerciali e finanziarie illecite tolgono ogni valore alle distinzioni di classe amalgamando nell’organismo sociale «settori della società altrimenti contrapposti» (p. 169). Personaggi-tipo quali il père Grandet e Vautrin fondono, nella loro intima essenza di criminali, il potere e la criminalità in una sorta di monomania: denaro, potere e crimine, in Balzac, sono dunque legati da «un’energia comune, in un meccanismo che spinge gli individui a inseguire le illusioni e a dissipare forse, a prescindere dallo specifico fine perseguito» (p. 167). Nella rappresentazione di una società, in cui anche gli ambienti e gli oggetti incarnano un significato morale, Balzac descrive il potere come una forza che egemonizza e non domina, che «attrae e coopta gli altri anziché respingerli» (p. 179). Impulsivi o calcolatori, ma sempre ontologicamente corrotti, i caratteri criminali balzachiani contribuiscono alla formazione di un’epoca la quale è solidamente ancorata nel presente, in quanto, per loro, «il presente è soltanto l’ultimo stadio del passato anziché l’inizio del futuro» (p. 178).

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Marco Stupazzoni, « Vincenzo Ruggiero, Balzac: il potere come crimine »Studi Francesi, 179 (LX | II) | 2016, 344-345.

Notizia bibliografica digitale

Marco Stupazzoni, « Vincenzo Ruggiero, Balzac: il potere come crimine »Studi Francesi [Online], 179 (LX | II) | 2016, online dal 01 septembre 2016, consultato il 20 septembre 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/4408

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search