Navigazione – Mappa del sito

HomeNumeri165 (LV | III)Rassegna bibliograficaSeicentoBallets pour Louis XIII. Danse et...

Rassegna bibliografica
Seicento

Ballets pour Louis XIII. Danse et politique à la cour de France (1610-1643), éd. Marie-Claude Canova-Green

Daniela Dalla Valle
p. 634
Notizia bibliografica:

Ballets pour Louis XIII. Danse et politique à la cour de France (1610-1643), éd. Marie-Claude Canova-Green, Toulouse, Société de Littératures Classiques, 2010, pp. 390.

Testo integrale

1Il volume raccoglie diciotto balletti, la lettura dei cui testi descrive l’evoluzione del genere in epoca barocca. La presentazione di M.C. Canova-Green (non molto lunga, di diciassette pagine) si sofferma sulla danza come metafora politica, sul ritratto del Re inserito nel balletto, sull’uso della danza come strumento di governo, sull’allegoria come possibilità di dire l’indicibile e sul balletto come arma diplomatica. Poi la nota sull’edizione fornisce alcune spiegazioni, non solo sulla fedeltà assoluta della trascrizione, ma sulla scelta dei balletti e sulle loro caratteristiche.

2Percorrendo la serie dei balletti riprodotti, osserviamo in primo luogo la rielaborazione di certi passaggi tratti da alcuni testi poetici italiani (dall’Orlando Furioso, il Ballet d’Alcine e il Ballet de la Furie de Roland, dalla Gerusalemme Liberata, il Ballet de la Délivrance de Renaud e il Ballet de l’Aventure de Tancrède); poi la diffusione di una vasta ispirazione mitologica (il Ballet du Triomphe de Minerve, il Ballet de Psyché, il Ballet d’Apollon, il Ballet de Junon la Nopcière), una ripresa di tematiche pastorali (il Ballet des Nymphes des Jardins, il Ballet des Nymphes bocagères) e, soprattutto verso la fine, lo spostamento verso tematiche esplicitamente politiche e celebrative.

3Spesso incontriamo la presenza poeti illustri, come Tristan l’Hermite (Ballet des Quatre Monarchies chrétiennes), Boisrobert (Ballet des Nymphes bocagères), Desmarets de Saint-Sorlin (il Ballet de la Félicité, il Ballet de la Prospérité des Armes de la France).

4Molto belle le illustrazioni che completano il volume.

5Nell’insieme si tratta di un lavoro molto utile per documentare la presenza di un genere molto apprezzato in epoca barocca (peccato, a mio parere, l’assenza di ogni riferimento a Jean Rousset!), la costanza del contatto letterario Italia-Francia, e infine il senso politico del genere studiato.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Daniela Dalla Valle, «Ballets pour Louis XIII. Danse et politique à la cour de France (1610-1643), éd. Marie-Claude Canova-Green»Studi Francesi, 165 (LV | III) | 2011, 634.

Notizia bibliografica digitale

Daniela Dalla Valle, «Ballets pour Louis XIII. Danse et politique à la cour de France (1610-1643), éd. Marie-Claude Canova-Green»Studi Francesi [Online], 165 (LV | III) | 2011, online dal 30 novembre 2015, consultato il 26 septembre 2021. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/4989; DOI: https://doi.org/10.4000/studifrancesi.4989

Torna su

Autore

Daniela Dalla Valle

Articoli dello stesso autore

Torna su
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search