Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Ottocento b) dal 1850 al 1900

Jérôme Solal, Huysmans, En Ménage, l’art de rien

Chiara Berti
p. 178
Notizia bibliografica:

Jérôme Solal, Huysmans, En Ménage, l’art de rien, «Revue d’histoire littéraire de la France», n. 3, septembre 2009, pp. 605-620.

Testo integrale

1En Ménage si presenta come un romanzo che realizza e allo stesso tempo mette in discussione l’estetica naturalista. La scena che inaugura la narrazione vede una duplice negazione della figura del doppio. In primo luogo, André rifiuta un rapporto di amicizia fusionale con Cyprien. Posto poi di fronte all’adulterio della moglie, decide di ritornare al celibato. Secondo il critico questo duplice movimento, attorno al quale si articola l’intero romanzo, indica da parte di Huysmans una presa di posizione contro il Romanticismo (amore eterno, amicizia fusionale) e contro la morale borghese (amore contrattuale, coniugale).

2Poste queste premesse, l’articolo si propone di analizzare le alternative estetiche ed esistenziali suggerite da Huysmans. Secondo un primo asse di lettura, l’arte sarebbe un autre moi-même sublimato che potrebbe occupare la funzione vacante di doppio. Ad un livello differente, l’altro sarebbe la donna nella sua valenza erotica, l’erotismo essendo per Huysmans un desiderio di unione mai soddisfatto.

3Ora, André, in qualità di artista, finisce per perdersi nel vuoto della sua ispirazione e sopporta male la povertà che la sua attività di scrittore induce. Pur opponendosi a Désableau, borghese benpensante, e pur rifiutando il conformismo politico del giornalismo e del teatro, André non riuscirà ad essere poète maudit e fallirà come scrittore. Parallelamente, incapace di abbandonarsi alla vita di bohème, vivrà il celibato come una regressione. Così, se il sacrificio sociale non è sufficiente per l’edificazione dell’opera letteraria, scrittura e sessualità si confondono nella loro connotazione di desiderio insoddisfatto.

4In conclusione, il critico ipotizza che Huysmans pronunci con il fallimento di André la condanna di un naturalismo che si esaurisce in una soffocante e sterile ricostruzione della realtà.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Chiara Berti, « Jérôme Solal, Huysmans, En Ménage, l’art de rien »Studi Francesi, 160 (LIV | I) | 2010, 178.

Notizia bibliografica digitale

Chiara Berti, « Jérôme Solal, Huysmans, En Ménage, l’art de rien »Studi Francesi [Online], 160 (LIV | I) | 2010, online dal 30 novembre 2015, consultato il 06 juillet 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/7321

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals