Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Novecento

Élodie Bouygues, Genèse de Jean Follain

Sara Arena
p. 184
Notizia bibliografica:

Élodie Bouygues, Genèse de Jean Follain, Paris, Éditions Classiques Garnier, 2009 («Études de littérature des xxe et xxie siècles»), pp. 526.

Testo integrale

1Autore che può essere definito «classique moderne» (p. 25) per la sua adesione a valori di equilibrio e misura, affiancati da tratti di evidente modernità, poeta difficilmente catalogabile, sempre «en décalage» (p. 27) rispetto alle tendenze predominanti del momento, Jean Follain è tra i primi, negli anni Venti, in piena affermazione del Surrealismo, a coltivare una poesia del reale, in cui l’attenzione riservata agli oggetti e al loro potere straniante prefigura esperienze posteriori del Novecento, come quella del Nouveau Roman (p. 27). La sua opera multiforme, che conta raccolte poetiche, prose, «poèmes en prose», critica letteraria, è stata oggetto finora, scrive Élodie Bouygues, di un’interpretazione ristretta e parziale, rispetto alla quale il volume intende apportare ulteriori elementi di riflessione, prendendo in considerazione la totalità della produzione di Follain: non solo testi letterari, ma anche testi storici, libri di viaggio e varie altre forme di contributo nei più svariati settori della cultura e della società, a cui vanno aggiunti i volumi delle Agendas e le copiose corrispondenze, nonché i fondi d’archivio contenenti inediti e manoscritti con varianti. La scelta di percorrere trasversalmente tutta la produzione di Follain, ripercorrendo contestualmente anche la fortuna critica dell’autore, è volta dunque a dimostrare la poliedricità e a restituire un’immagine più completa di un poeta passato alla storia della letteratura, in modo un po’ riduttivo, come cantore del semplice, del quotidiano e della memoria nostalgica.

2La prima parte del volume indaga così la formazione intellettuale di Jean Follain, le tappe della sua affermazione come autore, le sue amicizie, i suoi incontri letterari, e ricostruisce le sue attività parallele alla scrittura, i rapporti con le case editrici, le partecipazioni a congressi e associazioni, e, tra le altre, la sua vicinanza all’École de Rochefort. Nella seconda parte, l’attenzione di É. Bouygues si concentra sulla ricorrenza, nell’opera di Follain, del tema della violenza – generata, in parte, anche dagli eventi traumatici della guerra – che interviene a rompere l’ordine abituale del mondo e a spezzare la rappresentazione della realtà creata durante l’infanzia. La scrittura registra e rielabora in forma artistica questi momenti di frattura, intessendo al contempo una relazione essenziale tra testo e storia. L’autrice ricostruisce poi, nella parte successiva, la posizione di Jean Follain rispetto alle questioni centrali della creazione e della parola, una posizione che, per non essere mai stata racchiusa in scritti teorici compiuti, deve essere ricomposta a partire da interviste, dichiarazioni e riflessioni sparse, nonché dalle caratteristiche stilistiche ricorrenti nell’opera. La poetica di Jean Follain è poi illustrata dall’A. attraverso lo studio delle varianti dell’ultima raccolta pubblicata dall’autore, Espaces d’instants (uscita poco dopo la sua improvvisa scomparsa). L’intero volume di É. Bouygues è del resto intessuto, in tutte le sue sezioni, di numerosi riferimenti a materiali d’archivio – articoli, testi inediti, manoscritti – consultabili presso i fondi dell’IMEC. In una nutrita appendice sono infine presentati alcuni dossiers de genèse composti dai fac-simile di alcuni manoscritti e relativa trascrizione diplomatica. É. Bouygues si inserisce così nel vivo di un’opera composta da veri e propri «poèmes-objet» (p. 325), che il poeta ha cesellato con cura artigianale, opera ulteriormente prolungata dalla discussa pubblicazione postuma di testi e raccolte a cura della moglie del poeta, che aprono un’ulteriore, interessante, e spinosa, questione filologica.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Sara Arena, « Élodie Bouygues, Genèse de Jean Follain »Studi Francesi, 160 (LIV | I) | 2010, 184.

Notizia bibliografica digitale

Sara Arena, « Élodie Bouygues, Genèse de Jean Follain »Studi Francesi [Online], 160 (LIV | I) | 2010, online dal 30 novembre 2015, consultato il 11 juillet 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/7352

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals