Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Letterature francofone extraeuropee

Carla Fratta (sous la direction de), Littérature et cinéma au Québec 1995-2005

Simona Rossi
p. 457
Notizia bibliografica:

Carla Fratta (sous la direction de), Littérature et cinéma au Québec 1995-2005, Bologna, Pendragon, 2008, pp. 148.

Testo integrale

1Il volume raccoglie gli atti di un convegno organizzato dal CISQ (Centro Interuniversitario di Studi Quebecchesi) nel dicembre del 2006, che si proponeva di studiare il fecondo e continuo contatto tra cinema e letteratura in ambito quebecchese. In effetti, se è vero che il cinema viene considerato dall’opinione collettiva come un loisir più “popolare” rispetto alla letteratura, la distanza non è invalicabile e lo scambio tra i due generi avviene continuamente. Gli esempi di opere letterarie, e non solo, adattate al cinema non mancano: sono infatti numerosi i romanzi, le biografie, i testi teatrali, che ispirano e stimolano la realizzazione di un film.

2Opera collettiva alla quale hanno partecipato ricercatori, scrittori e drammaturghi, Littérature et cinéma au Québec studia in modo approfondito l’adattamento, la rappresentazione e le tecniche cinematografiche che rendono possibile il discorso letterario nel codice espressivo cinematografico. Il volume è composto di dieci saggi: nel primo, André Gaudreault e Philippe Marion introducono le problematiche tecniche proprie all’adattamento; nel secondo François Barcelo descrive con grande ironia i vari progetti di trasposizione cinematografica dei suoi romanzi di cui uno soltanto, Cadavres, ha visto la luce; nel terzo Michel Marc Bouchard, divenuto sceneggiatore di uno dei suoi testi teatrali, condivide con i lettori quest’esperienza intensa; nel quarto e nel quinto, invece, Marie-Frédérique Desbiens e Anne De Vaucher svolgono una attenta analisi comparativa rispettivamente di due films tratti da Les Rébellions des Patriotes (Quand je serai parti … vous vivrez encore di Michel Brault e 15 février 1839 di Pierre Falardeau), e di due pellicole d’ispirazione biografica (Anne Hébert 1916-2000 di Jacques Godbout; Au-delà des apparences, portarait de Marie-Claire Blais di Suzette Lagacé). Nel sesto saggio, André Loiselle mostra come il tema dell’alterità quale minaccia dell’identità culturale quebecchese sia amplificato nel cinema dell’orrore; nel settimo Josianne Ouellet offre una ricca panoramica di dati statistici e di dettagli su tale fenomeno di scambio tra cinema e letteratura, fenomeno che si è intensificato notevolemente nell’ultimo decennio, rivelando aspetti nuovi ed inattesi; nell’ottavo Esther Pelletier ripercorre tutte le tappe che l’hanno condotta all’adattamento cinematografico della vita e dell’opera del pittore canadese René Richard; nel nono Jean-François Plamondon studia il delicato simbolismo del film Les Invasions barbares di Denys Arcand, riflettendo sul complesso rapporto dell’epoca contemporanea con la malattia e la morte; nel decimo, infine, lo scrittore Alberto Manguel propone la sua originale lettura del film Atanarjuat di Zacharias Kunuk. Completato da una ricca e accurata introduzione della curatrice e da dettagliate bibliografie che seguono ogni saggio, questa raccolta si rivela preziosa per la conoscenza di un aspetto non marginale della cultura quebecchese.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Simona Rossi, « Carla Fratta (sous la direction de), Littérature et cinéma au Québec 1995-2005 »Studi Francesi, 158 (LIII | II) | 2009, 457.

Notizia bibliografica digitale

Simona Rossi, « Carla Fratta (sous la direction de), Littérature et cinéma au Québec 1995-2005 »Studi Francesi [Online], 158 (LIII | II) | 2009, online dal 30 novembre 2015, consultato il 14 juillet 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/8116

Torna su

Autore

Simona Rossi

Articoli dello stesso autore

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals