Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Cinquecento

François Roudaut, La Bibliothèque de Pontus de Tyard. Libri qui quidem extant

Dario Cecchetti
p. 158
Notizia bibliografica:

François Roudaut, La Bibliothèque de Pontus de Tyard. Libri qui quidem extant, Paris, Champion, 2008 («Études et essais sur la Renaissance», LXXIX), pp. 819.

Testo integrale

1Pontus de Tyard possedeva una delle più belle biblioteche del suo tempo. Di questa biblioteca ci è giunto un inventario post mortem, che non rispecchia per certo lo stato della collezione libraria, molto più ricca, da quanto almeno se ne può dedurre dalle letture che l’erudito vescovo dimostra di avere fatto nelle sue opere. Ora, mentre esce presso l’editore Champion, sotto la direzione di Eva Kushner, l’edizione delle Œuvres complètes di Tyard, F. Roudaut offre agli studiosi la ricostituzione di questo inventario, suddiviso in due parti: 1) Ouvrages possédés par Tyard et/ou édités avant sa mort; 2) Ouvrages portant l’ex-libris de Cyrus de Tyard et/ou publiés après la mort de Pontus de Tyard, isolando così, nell’ambito di una biblioteca appartenuta a una famiglia, non a una persona, e che si forma e amplia progressivamente, gli effettivi pezzi raccolti da Pontus da quelli messi insieme dal nipote Cyrus. Se già l’insieme cospicuo dei libri riuniti permette di farsi un’idea degli interessi culturali del vescovo umanista, F. Roudaut in una densa introduzione non solo compie un lavoro di biblioteconomia accurato (descrivendo il fondo e accennando agli eventuali spostamenti dei libri), ma si sofferma anche sull’importanza delle annotazioni che ritroviamo in molti dei libri recuperati (note filologiche, commenti, correzione tipografiche e sottolineature). In tal modo, l’inventario diventa documento culturale per ricostruire la formazione di Tyard e strumento di lavoro irrinunciabile per gli studiosi che si occupano di questo autore.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Dario Cecchetti, « François Roudaut, La Bibliothèque de Pontus de Tyard. Libri qui quidem extant »Studi Francesi, 157 (LIII | I) | 2009, 158.

Notizia bibliografica digitale

Dario Cecchetti, « François Roudaut, La Bibliothèque de Pontus de Tyard. Libri qui quidem extant »Studi Francesi [Online], 157 (LIII | I) | 2009, online dal 30 novembre 2015, consultato il 09 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/8221

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals