Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Opere generali

Il dialogo come tecnica linguistica e struttura letteraria, atti del Convegno internazionale della Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura Francese (SUSLLF, Salerno/Amalfi 9-11 novembre 2006) a cura di Gisella Maiello

Gabriella Bosco
p. 223-224
Notizia bibliografica:

Il dialogo come tecnica linguistica e struttura letteraria, atti del Convegno internazionale della Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura Francese (SUSLLF, Salerno/Amalfi 9-11 novembre 2006) a cura di Gisella Maiello, prefazione di Sergio Cigada, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2008, pp. 360.

Testo integrale

1L’argomento scelto per il Congresso di Salerno della SUSLLF risponde al requisito di poter interessare ed essere affrontato dalle due anime scientifiche della francesistica, quella letteraria e quella linguistica. Quando si trattò di definire l’argomento, scrive Sergio Cigada nella Prefazione del volume che raccoglie gli atti di quel Convegno, «si partì dal presupposto che il convenire delle due linee (…) in un unico gruppo fosse un punto centrale e fondamentale della nostra organizzazione accademica». Cigada sottolinea la convinzione «che la nuova scienza linguistica teorica costituisca in effetti la nuova filologia, il nuovo strumento di analisi retorico-strutturale del testo letterario» e formula l’auspicio che detta analisi «superata ed integrata la grande tradizione storica ottocentesca, possa dar vita a un nuovo strumento di interpretazione di quell’oggetto misterioso e affascinante che è il testo letterario».

2Il dialogo, dunque: come tecnica linguistica da un lato e come struttura letteraria d’altro lato, ma nell’interagire delle due accezioni, nel loro completarsi e arricchirsi reciproco. Il volume è organizzato in quattro sezioni, che riproducono la scansione del convegno: un’introduzione storico-teorica, il sondaggio in una serie di testi letterari, l’indagine su particolari meccanismi culturali, e l’apertura su tipologie testuali eterogenee.

3La prima parte, intitolata «Premesse» (pp. 7-57), raccoglie tre interventi: quello di Catherine Kerbrat Orecchioni che presenta il dialogo come oggetto di analisi linguistica; quello di Sara Cigada che illustra il divenire diacronico del dialogo come modello teorico e come pratica letteraria; e quello di Gisella Maiello che affronta il processo dialogico dal punto di vista delle sue valenze e potenzialità in ambito traduttivo.

4Nella seconda parte del volume, «La tradizione letteraria» (pp. 59-144), figurano i contributi di Aurelio Principato, che si occupa del dialogo nella narrativa del Secolo dei Lumi e di esso traccia “la nuova geografia”; di Laura Colombo, che analizza il meccanismo dialogico nel romanzo femminile del xix secolo; di Brigitte Battel, che indaga gli aspetti dialogici in tre dei cinque contes di Charles Nodier identificati da Castex come il “Cycle des Innocents”; di Geneviève Henrot Sòstero, che illustra la dinamica conversazionale nel “romanzo d’Albertine”, quattro volets all’interno della Recherche, da À l’ombre des jeunes filles en fleurs a Albertine disparue, in un movimento che passa dalla franchezza al sospetto per giungere allo scatenamento e chiude sulla potenza mortifera del dialogo geloso; e di Franca Bruera che, studiosa attenta di riscritture novecentesche dei miti, individua la natura dialogica del mito di Ulisse in Naissance de l’Odyssée di Jean Giono.

5La terza sezione, «Strutture culturali» (pp. 145-244), raccoglie altri sei interventi. Maria Teresa Zanola si occupa di tradizione retorica del dialogo nella volgarizzazione scientifica prendendo come corpus esemplificativo l’opera di Bernard Palissy; Gabriella Fabbricino Trivellini studia la forma dialogica “come espressione di autobiograficismo” nella scrittura dell’abbé Galiani; Vittorio Fortunati presenta il caso di due dialoghi di Gabriel Sénac de Meilhan, inseriti nelle Considérations sur l’esprit et les mœurs, in cui il meccanismo instaura la dialettica tra un medico “morale” e il suo paziente, malato di declino sociale, assumendo funzione pedagogica; Laura Santone illustra le modalità enunciative e interazionali nel dialogo epistolare tra Marguerite Caetani e Jean Paulhan; Chiara Molinari analizza il funzionamento della dinamica dialogica in uno spazio interculturale, il creolo, a partire da un corpus di testi di Patrick Chamoiseau; e Stella Mangiapane chiude la sezione ragionando sul contributo che la critica genetica ha apportato alla riflessione sul dialogo.

6La quarta e ultima parte del volume, «Tipologie e occasioni» (pp. 245-356), è dedicata al dialogo extra-letterario: Ruggero Druetta s’interroga sulla natura linguistica del binomio “question-réponse” che struttura la conversazione orale, dall’interrogatorio all’interrogazione, dall’intervista alla semplice richiesta d’informazione; Sara Vecchiato studia il ruolo positivo dell’ambiguità nel discorso diplomatico che, per il suo caratterizzarsi come negoziato, è intrinsecamente dialogico; Anna Jaufret affronta il caso del dibattito radiofonico, prendendo come esempio la trasmissione “Le Franc-parler”, per dimostrare come cooperazione e conflittualità si articolino e contribuiscano a costruire l’interazione mediatica; Claudio Vinti analizza l’uso del dialogo nel cinema di Jean-Luc Godard, in particolare in À bout de souffle, film-manifesto del regista, come esempio di rottura dei codici rappresentativi; e Francesca Cabasino chiude il volume proponendo humour e politesse verbale in contesto mediatico come regole conversazionali specifiche della post-modernità, a partire dall’analisi dei dialoghi tra il conduttore di Vivement dimanche prochain, Michel Drucker, e alcuni suoi ospiti (straordinariamente esemplare quello con l’attore Fabrice Luchini).

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Gabriella Bosco, « Il dialogo come tecnica linguistica e struttura letteraria, atti del Convegno internazionale della Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura Francese (SUSLLF, Salerno/Amalfi 9-11 novembre 2006) a cura di Gisella Maiello »Studi Francesi, 157 (LIII | I) | 2009, 223-224.

Notizia bibliografica digitale

Gabriella Bosco, « Il dialogo come tecnica linguistica e struttura letteraria, atti del Convegno internazionale della Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura Francese (SUSLLF, Salerno/Amalfi 9-11 novembre 2006) a cura di Gisella Maiello »Studi Francesi [Online], 157 (LIII | I) | 2009, online dal 30 novembre 2015, consultato il 13 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/8421

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals