Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Cinquecento

Aa. Vv., Études Rabelaisiennes. Tome XLIV

Michele Mastroianni
p. 171
Notizia bibliografica:

Études Rabelaisiennes. Tome XLIV, Genève, Droz, 2006 («Travaux d’Humanisme et Renaissance», n. CDXVII), pp. 123.

Testo integrale

1Questo tomo delle Études Rabelaisiennes comprende sette contributi. Eric Macphail (From Caesar to Augustus: a note on Rabelais’ revisions to ‘Pantagruel’, pp. 7-11), in una breve nota erudita, segnala che il mutamento di attribuzione di un aneddoto (riportato da Gellio) da Giulio Cesare a Ottaviano Augusto è dovuto al sovrapporsi sulla fonte, nel Pantagruel del 1534, di un testo di Erasmo. Christophe Clavel (Dithyrambe pour un massacre. Création lexicale et esthétique des genres, pp. 13-30), leggendo l’episodio dei Chiquanous (Quart Livre, 1552, cap. XV), affronta il problema della dismisura verbale e dei processi che presiedono la creazione di quei mots nouveaux la cui creazione ha fatto problema nella lessicologia ed estetica rinascimentale: quei termini che Erasmo segnala come plaustralia identificandoli con i sesquipedalia verba oraziani. Isolando una tecnica rabelaisiana – e rinascimentale – l’A. «cerca di precisare le relazioni che questi termini intrattengono di volta in volta con il rinnovamento lessicale, la rinascita dei generi drammatici e, per finire, la critica dell’enfasi tragica». Hozumi Orii (‘Oncques ne feut faict solœcisme’: l’interprétation et l’image du membre viril dans le ‘Tiers Livre’ de Rabelais, pp. 31-46), analizzando la struttura del Tiers Livre, vede l’immagine del membro virile come figura portante della tematica e della struttura dell’opera, e nell’accostamento di questa immagine al concetto, qui ad un tempo grammaticale e morale, di solecismo, una determinazione della filautia di Panurge. John Parkin (The Polygelastic Rabelais, pp. 47-62), sempre muovendosi nell’ambito del linguaggio e della polisemia verbale in Rabelais, ne sottolinea la polivalenza che offre svariate opportunità del ‘comico’. Xus Ugarte-Ballester (Les traductions catalanes de Rabelais, pp. 63-78) offre un repertorio delle traduzioni catalane (del xx secolo) di Rabelais, «analizzando i criteri che sono alla base delle suddette traduzioni, la personalità e gli interessi propri dei traduttori, utilizzando per tale analisi prologhi, prefazioni, lettere personali e, in un caso, un’intervista». Scott D. Juall (Early Modern Franco-Ottoman Relations: Utopian Mapping of Imperialist Encounters in François Rabelais’s ‘Pantagruel’, pp. 79-110), commentando i capitoli 23-34 del Pantagruel, trascurati dalla critica in questa prospettiva, mette in evidenza la riflessione di Rabelais sui rapporti, culturali e politici, franco-turchi: tali capitoli sarebbero un testo ‘anti-crociata’, in alternativa sia allo spirito delle crociate cristiane, quale informa l’epica medievale, sia all’ideologia imperialistica della Francia – e degli altri paesi europei – del Rinascimento; tali capitoli sarebbero anche una spia della confusione e del disagio politico e morale degli intellettuali cristiani, di fronte al problema, nella prima metà del Cinquecento. Max Engammare (‘En son aage climatere’. Rabelais, premier propagateur de la grande année climactérique en français, pp. 111-121), partendo dall’interesse medico-astrologico, nel Rinascimento, per l’età climaterica (contrassesegnata dai numeri degli anni che sono un multiplo di sette: in particolare quarantanove, ricordo anche biblico, in quanto comprende sette settimane d’anni), segnalando che Rabelais fu il primo a fare entrare il termine climatère nella lingua francese (1532), commenta il riferimento rabelaisiano a questa età (Tiers Livre, cap. XXI) come una derivazione da un testo di Plinio (Hist. nat., VII, 49), che indica cinquantaquattro anni come età climaterica, a differenza di Gellio (sessantatre) e di altri classici che saranno poi seguiti dagli autori del Cinquecento.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Michele Mastroianni, « Aa. Vv., Études Rabelaisiennes. Tome XLIV »Studi Francesi, 154 (LII | I) | 2008, 171.

Notizia bibliografica digitale

Michele Mastroianni, « Aa. Vv., Études Rabelaisiennes. Tome XLIV »Studi Francesi [Online], 154 (LII | I) | 2008, online dal 30 novembre 2015, consultato il 09 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/9147

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals