Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Settecento

Olympe de Goufes, LEsclavage des nègres, ou l’Heureux Naufrage

Stefania Carli
p. 194-195
Notizia bibliografica:

Olympe de Goufes, L’Esclavage des nègres, ou l’Heureux Naufrage. Étude et présentation de Sylvie Chalaye et Jacqueline Razgonnikoff, Paris, L’Harmattan, 2006, pp. XLIII+172.

Testo integrale

1La pièce di Olympe de Gouges qui presentata da Sylvie Chalaye e da Jacqueline Razgonnikoff è la prima opera teatrale francese a denunciare il problema della schiavitù e, con esso, il sistema economico che per secoli ha favorito la prosperità dei coloni caraibici. L’Escalvage des nègres è anche il primo dramma che, nell’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica dell’epoca, porta in scena degli schiavi di colore. Composta agli inizi degli anni Ottanta del diciottesimo secolo, l’opera fu rappresentata alla Comédie-Française solo il 28 dicembre del 1789, nella versione inedita qui curata dalle due studiose. Pubblicato per la prima volta nel 1788 con il titolo di Zamore et Mirza, il dramma di Olympe de Gouges fu infatti rivisto per essere adattato alle esigenze teatrali e quindi nuovamente dato alle stampe nel 1792 come L’Esclavage des Noirs.

2Incentrato su un tema scottante, L’Esclavage des nègres evidenzia un problema che sino ad allora era stato poco approfondito dalla letteratura francese: la cultura dell’epoca aveva infatti quasi sempre associato la gente di colore all’esotico in grado di creare contrasto con la società civilizzata della Francia e ad una natura selvaggia non ancora corrotta; le popolazioni d’oltre oceano non erano quasi mai state considerate come possibili entità autonome. I letterati francesi si erano, tutto sommato, occupati poco della schiavitù, problema che Olympe de Gouges alla vigilia della Rivoluzione affronta invece in un dramma che va decisamente controcorrente: i neri non sono più identificati con il mito del buon selvaggio e con l’innocenza ormai estranea alla civiltà europea, ma sono piuttosto l’immagine dell’oppressione di cui sono vittime.

3Per mettere in luce l’innovazione dell’Esclavage des nègres e il suo significato, Sylvie Chalaye e Jacqueline Razgonnikoff insistono sulle difficoltà che Olympe de Gouges ha incontrato nel far rappresentare il suo dramma alla Comédie-Française, diffidente nei confronti di un’opera troppo favorevole alle popolazioni caraibiche e troppo votata alla denuncia della schiavitù. I problemi legati alla rappresentazione dell’Esclavage des nègres permettono anche di comprendere meglio quelli propri del teatro francese dell’epoca rivoluzionaria e soprattutto i limiti imposti dalla censura. Portata in scena solo alla fine del 1789, la pièce fu duramente attaccata dalla critica dell’epoca.

4Al testo inedito, corredato da numerose note che sottolineano i cambiamenti apportati da Olympe de Gouges nelle tre versioni della pièce, Sylvie Chalaye e Jacqueline Razgonnikoff affiancano infine sei documenti che, composti tra il 1785 e il 1793, rivelano le reali intenzioni dell’autrice e l’effettivo impatto dell’opera sulla cultura francese della fine del diciottesimo secolo.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Stefania Carli, « Olympe de Goufes, LEsclavage des nègres, ou l’Heureux Naufrage »Studi Francesi, 154 (LII | I) | 2008, 194-195.

Notizia bibliografica digitale

Stefania Carli, « Olympe de Goufes, LEsclavage des nègres, ou l’Heureux Naufrage »Studi Francesi [Online], 154 (LII | I) | 2008, online dal 30 novembre 2015, consultato il 08 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/9239

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals