Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Novecento

Marc Lapprand, V comme Vian

Sara Arena
p. 222
Notizia bibliografica:

Marc Lapprand, V comme Vian, Lévis (Québec), Les Presses de l’Université Laval, 2006, pp. 255.

Testo integrale

1In consonanza con un certo gusto dello stesso Boris Vian per le classificazioni e per le costruzioni sistematiche, e in armonia con la sua spiccata propensione al gioco e a un trattamento ludico del linguaggio e delle tecniche compositive (cfr. «Introduction», p. 15), il libro di Marc Lapprand considera l’opera di Vian attraverso il filtro di ventisei nozioni, organizzate in ordine alfabetico in un immaginario, e personale, abbecedario di parole chiave.

2Dalla A di «Afnor» – sigla dell’Association française de normalisation dove Vian ebbe il suo primo impiego – alla Z di «Zénobie» – personaggio di Les Bâtisseurs d’empire – l’elenco accosta nomi di luoghi e persone (ma anche oggetti, come «Brasier», l’automobile acquistata da Vian nel 1950) desunti dalla biografia dell’autore a termini relativi allo stile e alla scrittura («Formaliste», «Incipit», «Humour»), parole e nomi inerenti alla sua collocazione nel panorama culturale del tempo («Surréalisme», ma anche «Ellington» e «Queneau») a temi dell’opera («Jaune», «Nénuphar», il numero «Onze»), e traccia per ognuna delle entrées della lista un commento che propone, oltre alla sintesi delle acquisizioni della critica, suggestioni, associazioni e proposte originali. Le voci, sempre precedute da una citazione a tema tratta da testi di Vian, sono collegate tra loro da frequenti rimandi interni.

3Nato sulla scia di un numero speciale della rivista «Obliques» del 1976, già organizzato come un ‘abbecedario’ della vita e dell’opera di Boris Vian, e del Dictionnaire Vian di Gilbert Pestureau (1985), che raccoglie in ordine alfabetico i personaggi dei suoi romanzi, il repertorio di Marc Lapprand si propone, per la sua stessa struttura, soprattutto come un valido punto di partenza per possibili approfondimenti, piste di indagine e ulteriori studi su aspetti puntuali dell’opera di Vian da parte di chi già ne conosca i tratti principali, o come strumento per un primissimo approccio, inconsueto e trasversale, alla sua personalità e alle particolarità della sua produzione.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Sara Arena, « Marc Lapprand, V comme Vian »Studi Francesi, 154 (LII | I) | 2008, 222.

Notizia bibliografica digitale

Sara Arena, « Marc Lapprand, V comme Vian »Studi Francesi [Online], 154 (LII | I) | 2008, online dal 30 novembre 2015, consultato il 09 août 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/9332

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals