Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Cinquecento

Denise Carabin, Horace et Henri Estienne

Filippo Fassina
p. 429-430
Notizia bibliografica:

Denise Carabin, Horace et Henri Estienne, «Bibliothèque d’Humanisme et Renaissance», LXVIII, 1 (2006), pp. 5-19.

Testo integrale

1Il presente studio analizza le edizioni delle opere di Orazio curate da Henri Estienne e pubblicate nel 1575, nel 1588 e nel 1600 (quest’ultima postuma ed edita dal figlio). Dopo una breve presentazione della struttura dell’edizione (che comprende una dedica a Jean de Bellièvre, una lettera all’autore, le poesie di Orazio glossate, il poema di Georges Fabricius La Vie et les Écrits d’Horace, uno studio di Aldo Manuzio sulla metrica oraziana e cinque diatribe ampliate a nove nella seconda edizione), Denise Carabin sottolinea l’autonomia di questi commentaires rispetto alle opere di Orazio. L’analisi del lavoro di Carabin parte dalla classificazione qualitativa dei lettori, per arrivare alla ricerca delle fonti e ai vari tipi di rapporti con esse. Attraverso le glosse e le diatribe, Estienne presenta altresì nozioni filosofiche e confronti puntuali con altri autori-filosofi come Platone, Cicerone e Ovidio. Carabin sottolinea però che la filosofia oraziana non è mai enunciata direttamente, ma sempre mediata da un’impostazione poetico-retorica, ricostruita con precisione e chiarezza. Dal punto di vista dell’edizione l’autore descrive la procedura impiegata da Etienne, dando ampio risalto alla liberté (quando Estienne ha di fronte due lezioni entrambe plausibili e attestate nella lingua d’uso, egli sceglie sempre la più poetica), riprendendo il criterio estetico proposto dall’amico Jean Sturm nel suo De suavi dicendi forma. La conclusione che Carabin trae è dunque che il merito di Estienne risiede nell’aver introdotto, in un milieu – la corte di Enrico III – sempre più interessato alla prosa, una poetica di saggezza ed equilibrio, avversa alla polemica e aperta al sorriso, che influenzerà fino almeno al secolo successivo – a partire proprio dalle premesse che erano già state poste dalla Plèiade – il gusto del pubblico colto.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Filippo Fassina, « Denise Carabin, Horace et Henri Estienne »Studi Francesi, 152 (LI | II) | 2007, 429-430.

Notizia bibliografica digitale

Filippo Fassina, « Denise Carabin, Horace et Henri Estienne »Studi Francesi [Online], 152 (LI | II) | 2007, online dal 30 novembre 2015, consultato il 13 juillet 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/9841

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • OpenEdition Journals